Associazione Borgo Angeli



Informativa sull'obbligo di pubblicazione dei contributi pubblici

In conformità alla legge 124/2017 che ha introdotto specifici obblighi di trasparenza per gli enti non profit, di cui fa parte Associazione Borgo Angeli, pubblichiamo prospetto relativo ai contributi pubblici ricevuti dall'associazione nell'anno 2018 (con criterio di cassa che va dal 01/01/2018 al 31/12/2018).

Maglificio 100QuindiciPassi

Il maglificio Maglificio 100Quindici Passi, creato in una villa bunker confiscata alla criminalità organizzata e riconvertita in un piccolo impianto produttivo nel settore della maglieria restituisce dignità al territorio. All'interno del maglificio si realizzano capi di ma- glieria tecnica per le forze dell'ordine e di maglie- ria civile con la convinzione che dall'impegno e dalla passione si possano tessere i migliori telai, equi e giusti per chi li produce e per chi li indossa.
Francesco Iandolo, presidente cooperativa sociale Ossi ...

Carnevale in parrocchia 2019

Sagrato della chiesa di Santa Maria degli Angeli
Domenica 24 febbraio 14.30
CARNEVALE IN PARROCCHIA
Per festeggiare insieme l’arrivo della festa più pazza dell’anno saranno predisposti giochi per i più piccoli a cura degli animatori delle Parrocchie di Santa Maria degli Angeli e di San Filippo Neri e del Gruppo Scout C.N.G.E.I..
Realizzazione di treccine in stile africano con la collaborazione della coop. HIKE.
NON HAI ANCORA LA TUA MASCHERA?
Nessun problema! Sabato 16 e sabato 23 febbraio dalle ore 16.00 alle ore 18.00 ci troveremo ...

Aperitivo con Buriel della Befana

Viene riproposto per i più piccoli (e non), il tradizionale appuntamento con il Buriel, per farci gli auguri per il nuovo anno!
Non mancherà la presenza della Befana che distribuirà i suoi dolci!

Per la prima volta verrà proposto I'EcoBu­riel: un Buriel ecologico, che recupera la tradizione ma non impatta sull'ambiente.

Vi aspettiamo numerosi a partire dalle ore 18.00!

Nel Ventre di una Donna

Un’occasione per parlare di violenza di genere tramite le parole dei quattro medici italiani e del medico della Repubblica democratica del Congo che, attraverso l‘opera “Nel ventre di una donna”, si sono fatti portavoce delle storie delle donne congolesi e delle loro tragiche esperienze di violenza che riguardano anche la quotidianità del nostro Paese e per cui tutti siamo chiamati ad un atto di coscienza e ribellione.